CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.

The Copyright Laws of the United States recognizes a “fair use” of copyrighted content. Section 107 of the U.S. Copyright Act states: “Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work (...) for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, or research, is not an infringement of copyright.”
Any image or video posted is used according to the fair use policy
Ogni news è tratta da articoli peer reviewed ed è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto sia datato.
QUALUNQUE link in questa pagina rimanda a siti sicuri!! SEMPRE.
Volete aiutare questo blog? Cliccate sui prodotti venduti da Amazon (se non li vedete, disattivate l'Adblocker. Non ci sono pop up o script strani, solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

Sonda spaziale Messenger: dati su Mercurio

La sonda spaziale Messenger da marzo 2011 è in orbita eccentrica, con periodo di 12 ore, attorno a Mercurio, il pianeta più interno del sistema solare.   
emsfero sud di Mercurio (vedi NASA
 Uno degli scopi di questa missione, lo studio del campo gravitazionale di Mercurio è stato portato a termine nei primi cinque mesi dall'entrata in orbita della sonda. I dati fino ad ora ottenuti sono stati pubblicati su Science (Maria Zuber et al. e David Smith) e sono il risultato della collaborazione fra scienziati del MIT e della NASA.

Chiaramente visibile un cratere vulcanico del diametro di 80km
La prima parte dello studio che si è focalizzata su una serie di scansioni radio del pianeta ha mostrato che la struttura interna del pianeta differisce da quella degli altri pianeti di tipo terrestre (per dimensioni e "rocciosità", in contrasto con i la natura gassosa dei pianeti esterni giganti) del sistema solare, Venere e Marte. I risultati indicano che la struttura di Mercurio comprende una parte esterna, la crosta, ricca di silicati  sotto la quale vi è una struttura semi-solida ad alta viscosità, il mantello, a diretto contatto con un nucleo composto da strati progressivi molto ricchi di solfuro di ferro più esterno, di ferro e forse di un parte centrale solida. L'estrema ricchezza di ferro, che occupa l'85% del nucleo,  permette di spiegare come mai la gravità di Mercurio sia simile a quella di Marte nonostante Mercurio sia notevolmente più piccolo. 
La seconda parte dello studio ha invece sfruttato i dati ottenuti attraverso rilevazioni altimetriche laser, un lavoro che ha permesso di costruire una mappa topografica dell'emisfero nord di Mercurio. Di particolare interesse il fatto che le variazioni nell'altezza dei "rilievi" sono molto meno pronunciate di quelle osservabili su Marte (monte ….) o sulla Luna. Questo dato potrebbe essere spiegato dalla presenza di una attività tettonica, quindi rimodellante, e vulcanica (osservata) che invece è assente su Marte e la Luna.

Nessun commento:

Libro del mese

Libro del mese
Il mio primo libro di Hawking risale all'inizio degli anni '90, quando volevvo distrarmi dalla "mia" scienza leggendo altre materie. Da allora non ho mai smesso di leggerlo. Questo, ahime, è il suo ultimo

Eric Kandel, Nobel, divulgatore, neuroscienziato. Che altro? Scrive libri appassionanti