CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.

The Copyright Laws of the United States recognizes a “fair use” of copyrighted content. Section 107 of the U.S. Copyright Act states: “Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work (...) for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, or research, is not an infringement of copyright.”
Any image or video posted is used according to the fair use policy
Le notizie sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato.
Ho disabilitato la pubblicità creata da Google attraverso adsense in quanto inutile e fastidiosa per chi legge.
Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci tematici di Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

Aspirina e tumore della prostata

Se mai dovessero istituire un premio per il farmaco più eclettico, uno dei candidati, anzi il vincitore, sarebbe l'aspirina.
Fra le tante proprietà del prodotto estratto originariamente dal salice (Salix alba) abbiamo l'attività anti-infiammatoria, anti-aggregante, anti-dolorifica e quella anti-tumorale.
Ma se fino ad ora le sue proprietà anti-tumorali sembravano indirizzate prevalentemente al tumore del colon, ora un nuovo studio pubblicato sul British Journal of Cancer (Shebl et al) fa pensare che la sua azione possa essere estesa al tumore della prostata.
I dati derivano da un imponente studio epidemiologico sul rischio del tumore alla prostata che ha coinvolto 29450 uomini di età fra 55-74 anni, reclutati per lo studio nel periodo fra il 1993 e il 2001.
I soggetti sono stati seguiti dal primo screening fino al dicembre 2009 e durante questo periodo i casi di cancro identificati sono stati 3575. Dopo avere ripulito adeguatamente i dati statistici dai fattori cosidetti confondenti, è stato calcolato il fattore di rischio per quegli individui che prendevano meno o almeno una aspirina al giorno. Il rischio relativo è risultato inferiore in modo significativo per i soggetti di età superiore ad i 65 anni che prendevano almeno una aspirina al giorno, una dose giustificata da patologie concomitanti di tipo cardiovascolare o artritico.
Lo stesso tipo di analisi non ha trovato invece alcun effetto protettivo per un altro anti-infiammatorio ampiamente usato, l'ibuprofene. Chiara indicazione che non è la terapia anti-infiammatoria in se ad essere efficace ma il principio attivo, o meglio la combinazione fra il salicilato ed i vari eccipienti presenti, presente nell'aspirina.

Quali altre piacevoli sorprese ci riserverà in futuro questo farmaco oramai centenario?

Nessun commento:

Biglietto musical + cofanetto limited edition

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Il mio musical preferito e un SSD economico ma che funziona perfino sugli esigentissimi Mac!!