CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

L'apnea del sonno e i rischi per la salute

Monitoraggio apnea del sonno
L'apnea del sonno (SDB) è un disturbo del sonno caratterizzato da pause nella respirazione. Un disturbo che oltre a rendere irregolare il sonno stesso, quindi meno riposante con conseguente stato di affaticamento cronico diurno, è indiziato di essere causa di problematiche ben più serie, tra cui una maggiore mortalità per cancro.
Questo è quanto emerge da un recente studio condotto da Javier Nieto (School of Medicine, Università del Wisconsin) presentato alla  American Thoracic Society International Conference 2012 di San Francisco.

Un dato che va ad aggiungersi a quanto già noto sull'aumentato rischio di ipertensione, malattie cardiovascolari, depressione e morte precoce (vedi il sito del U.S. Department of Health & Human Services per ulteriori informazioni).

Lo studio, svolto nell'arco di 22 anni su 1522 soggetti seguiti per le problematiche legate al sonno, ha mostrato una incidenza circa cinque volte maggiore di decessi per cancro in pazienti con grave SDB rispetto a quelli con sonno regolare. I dati, corretti per i fattori confondenti quali età, sesso, indice di massa corporea e fumo, confermano l'esistenza di una correlazione.

Il dato è inoltre in accordo con quanto si era appreso in precedenza dagli studi in laboratorio sugli animali. Ramon Farré, un ricercatore della università di Barcellona che ha collaborato allo studio, ha mostrato che l'ipossia intermittente facilita negli animali la proliferazione tumorale in modo inversamente proporzionale rispetto al peso. In altre parole l'apnea intermittente non solo favorisce la crescita del tumore ma la sua azione è molto maggiore nei topi magri rispetto ai topi obesi. La correlazione inversa peso/rischio deve invece essere ancora studiata adeguatamente nell'uomo.
"Questi risultati forniscono ulteriori indizi per aiutare la nostra comprensione della relazione tra il sonno e la salute", afferma Susan Shurin, direttrice del National Heart, Lung, and Blood Institute. "Un dato da confermare, data l'importanza della osservazione e le possibili implicazioni terapeutiche per chi soffre sia di tumore che di SDB". Il punto da sottolineare è che l'apnea del sonno di suo NON facilita l'insorgenza del cancro ma è un fattore prognostico sfavorevole qualora coesista.

Segue un servizio della emittente americana ABC sulle scoperte presentate al congresso.

video abc

http://www.nhlbi.nih.gov/health/prof/sleep/res_plan/section5/section5a.html
abcnews.go.com/)

Fonti
 - Obstructive Sleep Apnea And Cancer Mortality: Results From The Wisconsin Sleep Cohort Study
  Javier Nieto et al., American Thoracic Society International Conference Abstracts
- University of Wisconsin Health Sciences, news
- Internal Medicine News, qui


***
(aggiornamento agosto 2015)
Il lavoro pubblicato su Neuroimaging da un team della UCLA ha mostrato che l'apnea da sonno esplica la sua azione negativa sul cervello favorendo la rottura della barriera ematoencefalica, la principale difesa del cervello da patogeni e tossine. Non a caso patologie come Alzheimer, sclerosi multipla, meningite, ictus ed epilessia presentano lesioni della barriera.
Per altri dettagli vedi --> QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Wikipedia bloccato in Turchia

Wikipedia bloccato in Turchia
Un'altra prova di quello che è la Turchia oggi e del pericolo che rappresenta per l'Europa e le sue libertà

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...