CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

Identificato un "giovane" buco nero?

Del resto non sono forse 1000 anni su scala cosmica pari a molto meno di un battito di ciglia della nostra vita? Perchè 1000 anni è proprio l'età stimata del buco nero W48B che si trova, fortunatamente, a 26 mila anni luce dalla Terra.
Riportando il tutto su scala umana, si sarebbe potuto osservare (in differita) la nascita del buco nero quando l'Europa stava uscendo dalle paure millenariste dell'anno 1000. In differita perchè data la distanza che ci separa da esso l'evento era in realtà avvenuto 26 mila anni prima, vale a dire l'epoca a cui risalgono i resti dell'Uomo di Cro-Magnon.
I resti dell'esplosione della supernovaW48B (®Nasa)
L'immagine a sinistra è il risultato composito di rilevazioni di onde radio, a raggi x e infrarosse captate da diversi radio-telescopi: il National Science Foundation’s Very Large Array (componente rosa dell'immagine); l'osservatorio Caltech a Palomar (componente gialla) e l'osservatorio Chandra a raggi X della NASA (componenti blu e verde).

L'immagine è ritenutata particolarmente interessante dai ricercatori del MIT a causa di alcune peculiarità connesse a questa esplosione stellare. A differenza delle classiche supernovae che esplodono in modo "uniforme" (distribuendo quindi i metalli stellari in modo simmetrico) e lasciano dietro una stella a neutroni, W48B mostra una distribuzione asimmetrica e nessuna evidenza di una stella a neutroni. Il ferro è infatti presente (evidenziabile attraverso analisi spettroscopiche) solo in metà delle aree delimitate dai residui della supernova. Altri elementi come i solfuri e il silicio risultano invece distribuiti in modo uniforme.
L'insieme di questi dati ha portato gli astrofisici a ipotizzare che tra i resti stellari si nasconda un buco nero di recente formazione. Se confermata da ulteriori analisi il buco nero W48B sarebbe uno dei piu' giovani della Via Lattea.


Video riferito alla notizia



Per informazioni
Nasa - Programma Chandra
Post precedente sul blog riguardo il programma Chandra, qui

Nessun commento:

Ricondizionati e garantiti da Amazon

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Un utile approfondimento sull'assioma oggi alla moda vegano = salute e sulla fallacia dei giudizi non scientifici