CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

Science from the Cloud / 1

Con oggi inauguro un nuovo appuntamento a cadenza settimanale.
Sotto la voce "Science from the Cloud" saranno incluse alcune fra le tante notizie scientifiche apparse nel mese precedente che sebbene interessanti non svilupperò, vuoi per il tempo e vuoi per l'argomento, estesamente. Notizie tuttavia meritevoli di lettura.
Ciascuna news sarà condensata in poche righe. Chi vorrà approfondire, potrà farlo leggendo la fonte primaria (generalmente il sito dell'università o delle ente coivolto) attraverso il link che come al solito fornisco.
Del resto lo scopo di questo blog è quello (vedi la descrizione) di pescare dal Cloud alcune delle tante notizie che vengono pubblicate ma che sfuggono al grande pubblico.

_____________________________________________________


Perchè le notizie controcorrente o semplicemente quelle false si diffondono rapidamente?
(University of Michigan, qui)
La comunicazione web 2.0 non è stata in grado, anzi in un certo senso ha accentuato, il fenomeno della disinformazione. Mentre le voci alternative sono utili a smascherare l'informazione del Potere, il processo opposto (notizie che negano fatti oramai accertati) crea danni molto più difficili da controllare. 
Alcuni esempi di queste voci che attecchiscono rapidamente: i vaccini per l'infanzia causano l'autismo; il riscaldamento globale non esiste; il presidente Obama non è nato in USA; l'uomo non è mai stato sulla Luna; esiste una cospirazione contro la terapia Di Bella; le azienda farmaceutiche usano gli animali perchè sono sadiche e voraci; ... .
L'esperienza insegna che è quasi impossibile spiegare ad un negazionista (o immaginante complotti, ...) l'infondatezza delle sue idee. Qualunque prova scientifica o evidenza verrà rigettata come un ulteriore elemento della cospirazione in atto, senza tuttavia fornire controprove convincenti.
 Come disse qualcuno "non posso fornire una prova scientifica che le Piramidi non siano state fatte da un ET di passaggio. Sarebbe impossibile. Posso però dimostrare che una costruzione del genere sarebbe stata fattibile con le gli strumenti dell'epoca".
Inoltre spesso l'onere della prova da parte del negante è quasi nullo (ma ha una forza mediatica superiore) rispetto a chi deve fornire le prove a sostegno di una ipotesi. In fondo basta dire "non ci credo. Provavi qui e subito che ...". Volete poi mettere la fascinazione di uno Stargate rispetto ad un lavoro di cantieristica seppur imponente?
Uno studio della University of Michigan analizza il perchè del persistere di questa disinformazione e le soluzioni. Un problema che in USA conoscono molto bene visto il seguito che ha nel paese il "creazionismo" 150 anni dopo Darwin.  
Vero che anche da noi al CNR ci sia un personaggio che in una intervista disse che il terremoto era una punizione divina per i misfatti dell'uomo. Non ci credete? Guardate l'intervista, qui


Nasce una nuova disciplina scientifica. Molto di nicchia ... .
(University of Pennsylvania, qui)
Non capita tutti i giorni assistere alla nascita di una nuova disciplina accademica, sebbene di nicchia. Questo è esattamente quello che è successo nel 2010, quando il progetto di Bioetica, Sessualità e identità di genere - o semplicemente "Bioetica Queer" (Queer è un termine dello slang per indicare "transgender") - è sorto presso la Università della Pennsylvania.


I cavenauti tornano in superficie
(Ente Spaziale Europeo, ESA, qui)
Cosa succede ad un astronauta quando per addestrarlo alle condizioni limite esistenti in un pianeta ignoto viene calato in grotte e li lasciato per qualche giorno? Prima di tutto diviente un Cavenauta (cave=grotta) e secondo fornisce informazioni interessanti.
Questo è il report di un team internazionale di astronauti che hanno partecipato ad una avventura speleologia gestita dall'Ente Spaziale Europeo. Suggerisco anche l'audio della trasmissione Moebius (Radio 24) con una intervista in diretta.

Un passo importante verso il chip quantistico
(University of South Wales, qui)
Con l'impianto di un singolo atomo in un chip di silicio, un gruppo di ricerca australiano ha creato il primo bit quantistico - l'unità di dati per il computer quantistico - un passo importante verso ultra-potente computazione quantistica.
I vantaggi? Una potenza di calcolo enormemente superiore grazie al superamento della dicotomia 0-1. In un chip quantistico sia lo 0 che 1 sono possibili.

L'acidificazione degli oceani e l'ecosistema
(Stanford University, qui)
Una ricerca della Stanford University mostra l'impatto sull'ecosistema marino della acidificazione degli oceani. I primi esseri ad esserne colpiti sarebbero quelli con esostrutture basati sul carbonato. La diminuzione del pH renderebbe le loro conchiglie (et similia) più solubili. Con effetti imponenti sulla catena alimentare.


Anche gli insetti migrano
(Università di Lund, qui)
Non sono soltanto gli uccelli gli esseri viventi che all'approssimarsi dell'autunno si spostano a sud (nel nostro emisfero). Anche alcuni insetti (fra cui le farfalle) anelano a passare un inverno "al sole". Uno studio della Università di Lund in Svezia fa luce su un fenomeno fino ad ora poco considerato ma che coinvolge un numero di specie di insetti superiore alle aspettative.

Immagini di insetti di 300 milioni di anni fa
(University of Manchester, qui)
Immagini incredibilmente dettagliate ed in 3D di insetti emergono da un lontano passato milioni di anni sono stati ottenuti da ricercatori dell'Università di Manchester grazie alla applicazione di tecnologie di tomografia computerizzata. Nell'articolo pubblicato su PLoS One sono disponibili le immagini e le procedure usate per elaborare l'aspetto degli insetti dell'epoca.
®Russell Garwood et al

Un robot volante con il cervello - vero - di un ape
(Università di Sheffield e Un. del Sussex, qui)
Il progetto 'Cervello Verde' ha come obiettivo creare un robot volante comandato con il cervello di un'ape. Questo è quello che stanno sviluppando gli scienziati delle Università di Sheffield e del Sussex. Un progetto ambizioso finalizzato a migliorare la nostra comprensione sia dei processi mentali animali che dello sviluppo della intelligenza artificiale

Nessun commento:

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...