CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.

The Copyright Laws of the United States recognizes a “fair use” of copyrighted content. Section 107 of the U.S. Copyright Act states: “Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work (...) for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, or research, is not an infringement of copyright.”
Any image or video posted is used according to the fair use policy
Le notizie sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato.
Ho disabilitato la pubblicità creata da Google attraverso adsense in quanto inutile e fastidiosa per chi legge.
Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci tematici di Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

La missione GRAIL e la gravità lunare

Una sbirciatina ai primi risultati della missione GRAIL (Gravity Recovery And Interior Laboratory) della NASA, iniziata nel 2011 con l'invio delle due sonde, Ebb e Flow, in orbita lunare.
A precision formation-flying technique, the twin GRAIL spacecraft.
I due satelliti della missione
Scopo della missione, misurare il campo gravitazionale della Luna e correlare i dati alle caratteristiche geologiche del satellite.

Tre i risultati al momento ottenuti.
  1. La crosta della Luna è più sottile di quanto fino ad ora ipotizzato. Le prime stime, iniziate con le rilevazioni sismologiche ottenute grazie a strumenti posizionati sulla Luna dalle prime missioni Apollo, indicavano uno spessore di circa 60 chilometri, valore abbassato successivamente a circa 45 chilometri. Ora, i dati della missione Graal suggeriscono che lo spessore medio della crosta è di soli 30 chilometri. Conoscere lo spessore della crosta lunare è importante in  quanto fornisce informazioni sui processi che hanno portato alla formazione del nostro satellite.
  2. Esiste una stretta correlazione tra le variazioni del campo gravitazionale della Luna e la topografia lunare. In estrema sintesi le variazioni del campo gravitazionale lunare sono associate alla presenza di grossi (e profondi) crateri più che alla composizione interna.
  3. Non si è avuta conferma sulla esistenza di crateri estremamente vecchi, importanti per correlare l'evoluzione lunare ad i grossi impatti meteoritici. Un approccio considerato fino ad ora valido anche nello studio di altri pianeti, o planetoidi, del sistema solare.

Sotto un video della NASA riferito alle fasi iniziali della missione.

Articolo di riferimento su Nature.
Link al sito ufficiale, qui.
_________________________________________
Per altre notizie di Astronomia, seleziona il tag o clicca qui.

Nessun commento:

Biglietto musical + cofanetto limited edition

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Il mio musical preferito e un SSD economico ma che funziona perfino sugli esigentissimi Mac!!