CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

Ricreare un pallone da calcio con ... cellule vive!!


Non si dica poi che il senso dell'arte manca negli scienziati.
John O'Shea, un artista sperimentale (su questo non avevamo dubbi), ha pensato bene di creare un pallone da calcio ispirandosi al materiale con cui i primi palloni venivano assemblati: la vescica di maiale. Facendo proprio il motto antico che "del maiale non si butta via nulla" O'Shea ha pensato di rinfrescare la vecchia procedura avvalendosi della biotecnologia.
Essendo una persona con molta immaginazione, tanta volontà ma nulla preparazione specifica si è rivolto al professor John Hunt dell'Institute of Ageing and Chronic Disease di Liverpoool.Pigs' cells used to create first 'living football'
Hunt, uno scienziato sensibile ad i problemi artistici, ricorda "Quando John venne per la prima volta a parlarci, per noi non fu una sorpresa. Avevamo già sostenuto la creatività di artisti di varia provenienza in occasione delle celebrazioni a Liverpool per l'anno internazionale della cultura nel 2008. L'idea di John di utilizzare le tecniche di ingegneria tissutale allo scopo di creare, facendolo crescere, un pallone da calcio sollevò da subito il nostro interesse".
Continua Hunt, "Nei primi sei mesi John venne istruito su come gestire le colture cellulari in laboratorio; solo dopo si cominciò a mettere a punto gli esperimenti per fare crescere le cellule in modo da formare un pallone"
Un processo non banale, che richiese la creazione di speciali impalcature che le cellule avrebbero usato per originare la forma voluta. Processo in parte complicato dalla scelta di O'Shea di usare gli stessi materiali (cellule della vescica e non cellule commercialmente disponibili) di scarto usati per i vecchi palloni
Una idea nata, si dice, in seguito alla notizia del primo trapianto di successo della vescica umana."Pensai", chiosa O'Shea "che una idea simile avrebbe potuto essere quella di re-inventare, e riportare alle origini, un prodotto molto amato in Inghilterra. Il pallone da calcio"
Il lavoro è stato esposto a Manchester in concomitanza con le celebrazioni per le Olimpiadi di Londra del 2012.

Fonti per approndimenti:

Nessun commento:

Posta un commento

Wikipedia bloccato in Turchia

Wikipedia bloccato in Turchia
Un'altra prova di quello che è la Turchia oggi e del pericolo che rappresenta per l'Europa e le sue libertà

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...