CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

L'anniversario di Hubble

Il 24 aprile 1990 lo Shuttle STS-31 portò in orbita uno strumento destinato a rivoluzionare l'osservazione astronomica, il telescopio spaziale Hubble, frutto della collaborazione tra NASA ed ESA.
Quindi pochi giorni fa si è celebrato il venticinquesimo anniversario dal lancio.
Una missione nata da subito sotto i peggiori auspici dopo il disastro della navetta Challenger e dei ritardi legati al ripensamento di tutte le misure di sicurezza. Problemi continuati poi con la scoperta di difetti nello specchio primario che rendeva le immagini distorte, fuori fuoco e con risoluzione molto inferiore rispetto a quanto preventivato. Problemi non correggibili nemmeno con l'elaborazione successiva al computer.
Nota. Quando parliamo dei difetti costruttivi dello specchio (2,4 metri le sue dimensioni) parliamo sempre di uno degli specchi più precisi fino ad allora costruiti dall'essere umano. I difetti nella curva furono di 10 nanometri (un cento milionesimo di metro) e di una piattezza al perimetro di 2 micrometri (2 milionesimi di metro) superiori a quanto voluto (QUI il rapporto completo).
Nonostante questo, e anche prima della missione di riparazione (parziale) dello specchio, i dati ottenuti nei successivi tre anni dal lancio furono notevoli. La correzione dell'ottica difettosa è avvenuta nell'ambito della missione STS-61 nel 1993.

Fuochi d'artificio celesti. Questa l'immagine scelta dalla NASA per celebrare la ricorrenza (credit e link: NASA)
L'idea del telescopio proposta nel 1940 dall'astronomo Lyman Spitzer (a cui è intitolato un recente telescopio spaziale --> qui), dovette aspettare mezzo secolo perché la tecnologia (e i fondi necessari) fosse adeguata allo scopo. Una sfida di cui fortunatamente Spitzer ha potuto gustare il successo essendo vissuto oltre il momento della riparazione dello specchio e il raggiungimento di una quasi ottimale funzionalità del telescopio.
Tra le scoperte rese possibili dai dati di Hubble la visione degli angoli più remoti, ma ricchi di galassie, dell'universo e l'impatto dell'energia oscura sulla dinamica dell'espansione del cosmo.
Le sue immagini mozzafiato hanno trasformato la comprensione scientifica dell'universo rendendo estremamente popolari concetti altrimenti da specialisti.
Una delle foto scelte dalla NASA come la più rappresentativa (--> tutte le altre). Altra collezione di foto e spiegazioni è disponibile sul sito di Nature (qui)

Video della BBC sull'evento.
Altri video su youtube --> QUI.

Chiudiamo con un volo attraverso la nebulosa di Orione.
Altri video --> QUI

Fonte
- il sito di Hubble

Nessun commento:

Ricondizionati e garantiti da Amazon

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Un utile approfondimento sull'assioma oggi alla moda vegano = salute e sulla fallacia dei giudizi non scientifici