CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato.
Ho disabilitato la pubblicità creata da Google attraverso adsense in quanto inutile e fastidiosa per chi legge.
Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci tematici di Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

Il virus HPgV attenua l'infezione da HIV?

Il meccanismo non è noto ma alcuni dati sembrano indicare che la presenza del pegivirus (HPgV) in soggetti infettati da HIV, eserciti una azione benefica rallentando la progressione verso l'AIDS, verosimilmente grazie ad una minore capacità replicativa del HIV.
Struttura del pegivirus (credit e altre info --> Viralzone)

Sebbene il virus HPgV (appartenente alla famiglia dei Flaviviridae, a cui appartiene anche il virus della febbre gialla e il WNV) sia noto dal 1967 e sia stato associato ad alcune forme di epatite acuta (quindi sia tutt'altro che un ospite gradito), ben poco si sa riguardo al suo modus operandi, ad esclusione dei tratti caratteristici del suo essere un virus RNA+. Il problema principale è che è mancato in questi anni un modello animale idoneo, cioè l'ospite da usare per studiare infettività e patogenicità del virus.
Le cose ora potrebbero cambiare dopo la scoperta di Bailey e collaboratori che virus molto simili al HPgV sono presenti in babbuini selvatici e che è possibile infettare macachi, animali già ampiamente usati con l'HIV.
In un prossimo futuro si potrà quindi capire come i due virus interferiscono tra loro e, forse, ipotizzare di usare HPgV modificati e non patogeni come trattamento anti-HIV.

Altri articoli sul tema virus (--> QUI) e HIV (--> QUI)

Fonti
- Durable sequence stability and bone marrow tropism in a macaque model of human pegivirus infection
Adam Bailey et al, Sci. Transl. Med. 7, 305ra144 (2015)
- letteratura scientifica sul pegivirus --> Pubmed

Nessun commento:

Biglietto musical + cofanetto limited edition

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Io amo i musical. E voi?

Ideale per la cameretta