CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.

The Copyright Laws of the United States recognizes a “fair use” of copyrighted content. Section 107 of the U.S. Copyright Act states: “Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work (...) for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, or research, is not an infringement of copyright.”
Any image or video posted is used according to the fair use policy
Ogni news è tratta da articoli peer reviewed ed è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto sia datato.
QUALUNQUE link in questa pagina rimanda a siti sicuri!! SEMPRE.
Volete aiutare questo blog? Cliccate sui prodotti venduti da Amazon (se non li vedete, disattivate l'Adblocker. Non ci sono pop up o script strani, solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

Appendicite: chirurgia o antibiotici ?

Appendicite: chirurgia o antibiotici ?
 La risposta sarebbe stata fino a poco tempo fa scontata a favore dell'intervento chirurgico. Tuttavia … dopo devono essersi chiesti i medici inglesi perchè utilizzare una tecnica invasiva, a rischio moderato (pur sempre un intervento in anestesia totale) e più costosa (di questi tempi poi) quando l'appendicite è una infiammazione con componente batterica.
Un team di ricercatori del Nottingham Digestive Diseases Centre NIHR Biomedical Research Unit si è posto il problema e lo ha affrontato analizzando i risultati di quattro diversi studi clinici randomizzati. Lo scopo principale: confrontare, nell'ambito di appendiciti acute non complicate, l'efficacia del trattamento antibiotico rispetto all'opzione chirurgica.
Risultato: il trattamento antibiotico è associato al 63 % di successo ad un anno dal trattamento e presenta il 31 % di complicazioni in meno se confrontato con l'opzione chirurgica. I restanti pazienti sono stati, per il permanere della sintomatologia, successivamente operati senza che questo abbia indotto sintomatologie più serie del normale.
La conclusione degli autori è che in assenza di complicazioni, il trattamento antibiotico, effettuato sotto attento controllo merito è una opzione vantaggiosa sia per i pazienti che per le strutture sanitarie.

L'articolo è stato pubblicato sul British Medical Journal

Nessun commento:

Libro del mese

Libro del mese
Il mio primo libro di Hawking risale all'inizio degli anni '90, quando volevvo distrarmi dalla "mia" scienza leggendo altre materie. Da allora non ho mai smesso di leggerlo. Questo, ahime, è il suo ultimo

Eric Kandel, Nobel, divulgatore, neuroscienziato. Che altro? Scrive libri appassionanti