CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.

The Copyright Laws of the United States recognizes a “fair use” of copyrighted content. Section 107 of the U.S. Copyright Act states: “Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work (...) for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, or research, is not an infringement of copyright.”
Any image or video posted is used according to the fair use policy
Le notizie sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato.
Ho disabilitato la pubblicità creata da Google attraverso adsense in quanto inutile e fastidiosa per chi legge.
Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci tematici di Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

Cioccolato e Nobel

Tra tutti gli articoli che mi è capitato di leggere in questi anni, quello di oggi meriterebbe almeno una menzione ai prossimi Ig-Nobel (maggiori info qui).
L'argomento? "Esiste una correlazione tra il consumo di cioccolato, le funzioni intellettive e … il premio Nobel?"


Il lavoro, citato poche settimane fa su Nature, è stato pubblicato nel 2012 su una delle riviste mediche più importanti, il New England Journal of Medicine.

Lo studio ha analizzato il consumo di cioccolato di 23 vincitori (maschi) del Nobel nelle discipline scientifiche (medicina, fisica ed economia). Il 43% di loro (quindi 10) ha affermato di consumarlo regolarmente più di due volte alla settimana contro una media del 25% riscontrata in 237 soggetti di controllo paragonabili per sesso, età ed istruzione.

Tre dei Nobel cioccolatofili hanno affermato che questo "vizio" ha contribuito all'ottenimento dei risultati che hanno portato alla vincita del premio, due al contrario hanno detto di averlo vinto nonostante questa loro "dipendenza"
 
Che poi alcuni di essi abbiano minimizzato il consumo dichiarato per amplificare la portata delle loro capacità naturali o per motivi di privacy, è una possibilità tutt'altro che remota, data la vanità umana.

L'articolo va preso per quello che è, uno studio non in grado di fornire alcuna conclusione statisticamente significativa, dato il basso numero di persone coivolte, per ovvi motivi legati ai Nobel tutt'ora in vita.

L'unico aspetto memorabile dello studio sono le frasi di due Nobel anonimi
Mia moglie è cioccolato-dipendente, eppure non ha ancora ricevuto la telefonata da Stoccolma".
"Questa correlazione ci spinge a competere più intensamente contro i nostri colleghi belgi e svizzeri [NdB - patrie del cioccolato]"
e da una non premiata
"nonNobelist, despite diligent chocolate consumption(Beatrice Golomb, UC San Diego)


Fonti
- Chocolate habits of  Nobel prizewinners
Nature, 499, 2013

- Chocolate Consumption by Nobel Laureates
Lettera firmata da 3 nobel e un aspirante tale (link a PDF)


Chocolate Consumption, Cognitive Function, and Nobel Laureates
NEJM, October 10, 2012

- Association Between More Frequent Chocolate Consumption and Lower Body Mass Index
 JAMA Internal Medicine, (6) 172, 2012

Nessun commento:

Biglietto musical + cofanetto limited edition

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Il mio musical preferito e un SSD economico ma che funziona perfino sugli esigentissimi Mac!!