CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

L'impronta digitale ci dirà se una persona ha assunto cocaina

Un team internazionale di ricercatori ha applicato la potenza analitica di una tecnica nota come spettrometria di massa alla caratterizzazione delle impronte digitali delle persone in cura presso i servizi di assistenza sanitaria per tossicodipendenti.

Lo scopo era quello di confrontare l'efficienza rilevatrice di questa tecnica rispetto all'approccio classico basato sulla saliva per identificare le persone venute in contatto con la cocaina. Test simili condotti in passato avevano permesso unicamente di dimostrare l'efficienza della tecnica per evidenziare il contatto fisico con la sostanza ma NON che tale sostanza fosse stata assunta.
La novità analitica è descritta dall'autrice del lavoro, Melanie Bailey: "quando qualcuno assume cocaina, vengono prodotti metaboliti come benzoilecgonina e metilecgonine, entrambi rilevabili nella cute e quindi anche nei residui lasciati dalle impronte digitali".
Per informazioni tecniche sul metodo classico per la rilevazione di cocaina metabolizzata, centrato sull'analisi delle urine mediante GC-MS (gas cromatografia-spettrometria di massa) vi rimando ai seguenti PDF--> benzoilecgonina e methylecgonine.
La tecnica nota come DESI (desorbimento per ionizzazione elettrospray) consiste nello spruzzare del solvente sul vetrino su cui è presente l'impronta digitale e procedere all'analisi spettroscopica per determinare la presenza delle sostanze marcatore.

I ricercatori predicono che l'utilizzo di questi "semplici" test potrebbero avere una enorme portata dato che a differenza dei metodi classici non necessitano di procedure invasive (prelievo di sangue) o pro-attive (richiesta di urine). Un metodo quello delle impronte digitali quindi semplice, a costo di raccolta nullo, veloce, igienicamente sicuro per gli operatori e a prova di contraffazione dato che insieme al profilo metabolico rimane strettamente associata l'impronta digitale.

Una tecnica ideale sia per le forze dell'ordine che per il monitoraggio di tutte quelle persone impegnate in attività per le quali cui il non assumere droghe di alcun tipo è fondamentale per la sicurezza (vedi ad esempio i piloti di aerei).

Fonte
- Rapid detection of cocaine, benzoylecgonine and methylecgonine in fingerprints using surface mass spectrometry 
 Melanie J. Bailey et al, (2015) Analyst

Nessun commento:

Ricondizionati e garantiti da Amazon

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...

Un utile approfondimento sull'assioma oggi alla moda vegano = salute e sulla fallacia dei giudizi non scientifici