CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

La "Missione Rosetta"e i più che cugini "Neanderthal"

Il più che "cugino" Homo neanderthalensis
Più che un ramo parallelo dell'evoluzione umana, sono sempre più i dati che provano il contributo genetico dell'Homo neanderthalensis alle popolazioni di sapiens non africane. Per questo motivo più che "cugini" sarebbe meglio definirli come "pro-zii".
Maggiori dettagli nell'articolo originale (e link associati tra cui quello sui tibetani ) --> "Non solo vantaggi. I geni neandertaliani ..."

Missione Rosetta
Philae. Una fine arrivata troppo presto?
(Testo tratto dall'aggiornamento dell'articolo --> "La fine della Missione Rosetta". Vedi invece "I momenti chiave della missione" per  una panoramica generale).
Il comunicato INAF pubblicato ieri fa presagire la morte di Philae.
Dalla lettura emerge che sono settimane che Philae ha cessato di inviare segnali a Rosetta (che poi ritrasmette verso la Terra); il segnale ricevuto in data 21 dicembre è stato, tardivamente, ricosciuto come un "falso" segnale. L'ipotesi primaria è che i pannelli solari della sonda adagiata sulla cometa siano coperti da uno strato di polvere tale da impedirne il funzionamento. In questi giorni si sta tentando di "attivare il comando della ruota di reazione, per tentare di fargli scrollare di dosso la polvere depositata". 
I tentativi di risvegliare Philae continueranno fino al 21 gennaio, dopo di che verrà ufficialmente dichiarata "defunta".
Comunque vada il destino di Philae è segnato; trovandosi oramai oltre l'orbita di Marte e con temperature glaciali, Philae non riuscirebbe più a ricaricarsi in modo efficiente. Ricordo che Philae (a differenza del "plutoniano" New Horizons) non è dotato di combustibile nucleare per funzionare anche "al buio e al gelo". Rimaniamo in attesa della decisione se terminare la missione facendo "schiantare" Rosetta sulla cometa come sacrificio necessario per massimizzare i dati finora raccolti.
Immagine ottenuta dal sito ESA http://sci.esa.int/where_is_rosetta/

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...