CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.

The Copyright Laws of the United States recognizes a “fair use” of copyrighted content. Section 107 of the U.S. Copyright Act states: “Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work (...) for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, or research, is not an infringement of copyright.”
Any image or video posted is used according to the fair use policy
Ogni news è tratta da articoli peer reviewed ed è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto sia datato.
QUALUNQUE link in questa pagina rimanda a siti sicuri!! SEMPRE.
Volete aiutare questo blog? Cliccate sui prodotti venduti da Amazon (se non li vedete, disattivate l'Adblocker. Non ci sono pop up o script strani, solo Amazon). Se poi decidete di comprare libri o servizi da Amazon, meglio ;-)
Dimenticavo. Questo blog NON contiene olio di palma (è così di moda specificarlo per ogni cosa...)

La Terra rotonda ... nonostante i terrapiattisti

Per secoli, l'essere umano ha dovuto accontentarsi di globi e mappe per "vedere" la curvatura del nostro pianeta. I più ardimentosi hanno voluto cercare conferma alle ipotesi arrampicandosi sulle vette così da vedere "oltre" l'orizzonte.
E' solo negli ultimi 60 anni che la visione del nostro è cambiata. Non molto tempo dopo la fine della seconda guerra mondiale, gli scienziati hanno cominciato ad usare i missili V-2 tedeschi sostituendo le testate esplosive con le telecamere e lanciando i razzi in orbita; è stato solo a quel punto che le immagini della Terra come sfera sono diventate "reali" e con esse è cambiata la percezione del rapporto tra noi, il nostro pianeta e il "vuoto" circostante.

Vale la pena dunque godersi ancora una volta, anche se oramai ci siamo "abituati", alcune immagini iconiche di questa conquista aggregate sotto forma di video, e andare alla scoperta di quello che è stato anche definito il Pale Blue Dot , cioè come appare la Terra da lontano, un puntino blu pallido.
Che i terrapiattisti  dicano il contrario è parte del marketing dei 5' di celebrità per chiunque. Meno normale che i media ufficiali rilancino la notizia (!?) che una studentessa tunisina di ingegneria (sic!) abbia prodotto una tesi di dottorato (sic!) centrata sul fatto che la Terra fosse piatta (sic!); una riprova semmai del fatto che il cervello è sempre più un optional nell'era post-lumi. Fa quasi più notizia il fatto che sia dovuto intervenire il ministro dell'istruzione tunisino, ma solo dopo molte pressioni, per bocciare la candidata che non l'assurdità di uno studente che arriva "indenne" a maturare tali convincimenti. Oggi come oggi, qualunque studente delle elementari dovrebbe essere in grado di capirlo attraverso attraverso test semplici come quelli ricordati dal sito BUTAC -->10 modi per capire che la Terra non è piatta. Non è un problema solo "religioso" dei paesi arabi visto che in Italia abbiamo avuto a lungo al CNR (non nell'osteria della Martesana!) un direttore che sosteneva che i terremoti fossero una punizione divina.

Video (all credits to Nature)
Se non vedi il video -->youtube

Nessun commento:

Libro del mese

Libro del mese
Il mio primo libro di Hawking risale all'inizio degli anni '90, quando volevvo distrarmi dalla "mia" scienza leggendo altre materie. Da allora non ho mai smesso di leggerlo. Questo, ahime, è il suo ultimo

Eric Kandel, Nobel, divulgatore, neuroscienziato. Che altro? Scrive libri appassionanti