CC

Licenza Creative Commons
Questo opera di above the cloud è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Based on a work at scienceabovetheclouds.blogspot.com.
Le notizie raccolte sono etichettate per contenuto e argomento e sono pensate in modo tale da essere "utili" anche a distanza di mesi. Ogni news tratta da articoli peer reviewed (non opinioni!!) è contestualizzata e collegata a fonti di approfondimento. Ben difficilmente troverete quindi notizie il cui contenuto è datato e privo di interesse.
Questo almeno è il mio obiettivo.
Gli hyperlink presenti nel testo dell'articolo (parole con diversa tonalità di colore) rimandano a pagine SICURE.

Volete aiutare il blog? Cliccate sugli annunci sponsorizzati da Amazon (se non li vedete, modificate l'Adblocker per vedere solo Amazon). Se poi decidete di provare Prime o comprate qualcosa Amazon sarà ancora più felice. Tutto qui :-)

Bollire l'acqua senza ... bolle

Un trucco noto ad i più per verificare se la padella è sufficientemente calda consiste nell'osservare il comportamento di gocce d'acqua spruzzate sulla sua superficie. Se la superficie è al di sopra del punto di ebollizione dell'acqua, le goccioline, sorrette da un cuscino di vapore, vagheranno per tutta la padella fino a che il vapore cederà facendo cadere la goccia originando un furioso ribollimento locale. Questo fenomeno noto come Effetto Leidenfrost è alla base della scoperta, pubblicata su Nature da Ivan Vakarelski e collaboratori (articolo), che l'acqua può essere fatta bollire … senza bolle. In che modo? Facendo in modo che il cuscino di vapore non si rompa.
Ok, direte voi , adesso ne sappiamo meno di prima.
La chiave di tutto è rendere la superficie calda a contatto con l'acqua idrorepellente, una tecnica usata per anni dagli ingegneri navali nel trattamento delle superfici degli scafi.
le sfere al contatto con l'acqua (®Nature)
Vakarelski ha scaldato sfere di metallo, precedentemente trattate in modo da essere ruvide e idrorepellenti, fino ad una temperatura di 400 °C (oltre la quale il rivestimento si deteriora) e le ha confrontate con sfere di controllo. Ogni sfera riscaldata è stata esposta ad acqua a temperatura ambiente in modo che si formasse, per l'effetto visto sopra, uno strato avvolgente di vapore acqueo. Mentre gli strati di vapore intorno alle sfere idrofiliche collassavano rapidamente dando luogo a "bolle" esplosive le sfere trattate non originavano alcuna ebollizione, pur riscaldando il liquido. 
Un risultato questo che potrebbe essere utilizzato per ridurre la resistenza in diversi ambiti, ad esempio su dispositivi microfluidici. 
Neelesh A. Patankar, uno degli autori del lavoro, ipotizza una superficie piana che renda lo stato di vapore più stabile. Una superficie che posta sullo scafo di una nave potrebbe non solo ridurre l'attrito con l'acqua ma sarebbe anche utile per rallentare o impedire ad organismi marini come alghe, mitili, ... di aderire ad essa. Con grossi vantaggi sui costi di manutenzione dei natanti.

Di seguito un video esplicativo del fenomeno
Insomma, le prospettive che questo lavoro offre sono ben al di la di una di una "bollitura" senza schizzi di acqua calda.

Nessun commento:

Posta un commento

Wikipedia bloccato in Turchia

Wikipedia bloccato in Turchia
Un'altra prova di quello che è la Turchia oggi e del pericolo che rappresenta per l'Europa e le sue libertà

Vi serve un eReader? Date un occhio ai prodotti sotto sponsorizzati

Prova Amazon Prime Spedizioni pagate per un anno e consegna anche (per prodotti selezionati) entro due ore!!
Nuovo Kindle Se come me amate la semplicità, affidabilità e costo basso allora il Touch fa al caso vostro
Prova il nuovo Kindle Vojage!Se il classico Kindle e volete uno schermo da 6" ad alta risoluzione (300 ppi) con luce integrata a regolazione automatica,
Prova il nuovo Kindle Oasis!Volete solo il top? Ecco allora il top di gamma. Un po' caro ma ...